Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
lunedì 24 giugno 2019 ..:: 46.a stagione » progr46 ::..   Login
Programma 2009 - 2010


 

 

 

 

Programma 2009 - 2010

 


46° ANNO del CINEFORUM DI OMEGNA, in collaborazione con il CINEMA SOCIALE, la SOCIETÀ OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO, REGIONE PIEMONTE, AIACE, AGIS.

 

LA FELICITÀ PORTA FORTUNA: una Londra solare, Poppy maestra elementare, libera e colorata, tutta flamenco e ottimismo. Film felice.

 

QUESTIONE DI CUORE: commedia italiana, Kim Rossi Stuart carrozziere, Antonio Albanese sceneggiatore, due infarti, amicizia ospedaliera, vite comuni e straordinarie. Pensieroso.

 

IL MATRIMONIO DI LORNA: giovane donna albanese in Belgio, amori, malavita, speranze... Ammirevole.

 

LA CLASSE: Palma d'oro a Cannes, lotta di classe (intesa anche come aula), un prof, allievi e allieve da tutto il mondo. Emozionante.

 

MILK: vita (e morte) del primo consigliere comunale gay di San Francisco, Sean Penn appassionato. Commovente.

 

STELLA: la ragazzina va a scuola e, incredibile a dirsi!, impara un sacco di cose: addirittura a leggere libri... Follemente rincuorante.

 

SACRO E PROFANO: paradiso e inferno, sporcizia e saggezza, commedia, musical, videoclip, danza e, wow, Madonna regista!

 

PONYO SULLA SCOGLIERA: cartone animato alla moda antica, colori pastello, favola e realtà. Magico e burrascoso.

 

TWO LOVERS: Gwyneth Paltrow, Joaquin Phoenix, Vinessa Shaw, più Isabella Rossellini (mamma), un uomo (tentennante), due amori (o uno solo?). Film in bilico.

 

IL GIARDINO DI LIMONI: una donna palestinese contro il ministro degli interni di Israele, tra i due un campo di limoni. Testardo.

 

IL CANTO DI PALOMA: un film che vale un Perù, Fausta, vent'anni, il latte della tristezza e una patata proprio là!

 

VINCERE: il Duce e le sue donne, il potere e gli amori, le cose esibite e quelle taciute (è allora e sembra oggi...).

 

THE WRESTLER: Mickey Rourke eroe decaduto in cerca di rinascita. Film reverente, con ballata finale di Bruce Springsteen.

 

IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE: il figlio dell'ufficiale nazista e il piccolo ebreo, l'innocenza e l'orrore. Per non dimenticare.

 

THE READER: lui giovane, lei meno, lui le legge libri, poi scopre chi è, chi è stata e cosa faceva. Per ricordare.

 

RELIGULOUS: ma a cosa crede chi crede? indagine (incredula!) sui fedeli delle tante religioni disponibili. Ilare e sbarazzino.

 

FROZEN RIVER: fiume San Lorenzo, confine Usa-Canada, due donne, il traffico di clandestini. Solidale.

 

L'ONDA: strambo esperimento scolastico: e se ci inventassimo una bella dittatura? Sconcertante.

 

VALZER CON BASHIR: l'ex ufficiale ha degli incubi: ma cosa è successo di terribile quando era militare? il rimosso della storia israeliana. Consapevole.

 

RACHEL STA PER SPOSARSI e sua sorella Kym, Anne Hathaway, torna a casa dal centro per tossicodipendenti con un macigno sulle spalle. Intenso, ubriacante.

 

SETTIMO CIELO: ah, l'amore tra vecchi! ah, guardarli mentre si amano (con gusto...)! Affettuoso, efficace, intonato.

 

REVOLUTIONARY ROAD: America anni cinquanta, Kate Winslet e Leonardo Di Caprio, colti, intelligenti, sofisticati, inquieti, infiammabili, tristi, insicuri, ipocriti. Film abissale.

 

LA ZONA: Città del Messico, il quartiere elegante circondato da un alto muro, fuori soltanto baracche e miseria, tre ragazzi entrano nella Zona. Insubordinato.

 

L'OSPITE INATTESO: un professore di economia, vedovo e solo, una coppia giovane, lui siriano, lei africana, lui suona il djembe, lei disegna gioielli, il professore lotta con loro. Delicato, civile, accogliente.

 

FORTAPÀSC: vita di Giancarlo Siani, giovane giornalista napoletano, ucciso dalla camorra nel 1985, corruzione, delinquenza, burocrazia, una vita giusta dentro una società incivile. Film morale.

 

LASCIAMI ENTRARE: del film non bisogna sapere niente prima di vederlo (basti dire che è un film su una tenera amicizia tra esclusi...).

 

SI PUÒ FARE: primi anni ottanta, Claudio Bisio dirige la Cooperativa 180 che aiuta i malati mentali. Arioso, ridente, comico. Franco Basaglia: «La follia è una condizione umana. In noi la follia esiste ed è presente come lo è la ragione. Il problema è che la società, per dirsi civile, dovrebbe accettare tanto la ragione quanto la follia, invece incarica una scienza, la psichiatria, di tradurre la follia in malattia allo scopo di eliminarla».

 

 

Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation