Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
martedì 19 febbraio 2019 ..:: 45a stagione » progr45 ::..   Login
Programma 2008 - 2009
CINEFORUM ARCIFIC OMEGNA


45stag.jpg


Programma 2008 - 2009


45° anno del Cineforum omegnese, in collaborazione con la Società Operaia di Mutuo Soccorso, Regione Piemonte, Aiace, Agis.

 

  1. TuttItalia

 

I registi italiani amano tutta l’Italia. Sul delta del Po Mazzacurati va in cerca della Giusta distanza tra noi e gli immigrati. Attrice rivelazione: Valentina Lodovini. Bentivoglio, esordiente regista, parte dal Casertano con il suo Johnny (Lascia perdere, Johnny!) e finisce nella nebbia milanese con Golino, Sastri e i Servillo, Toni e Peppe (Avion Travel). Il rockettaro Mastrandrea in Non pensarci di Zanasi (migliore commedia dell’anno!) torna a Rimini dalla famiglia sfarinata.

 

  1. Famiglie americane

 

La famiglia Savage è sentimentale: non retorico. Un vecchio padre fuori di testa: il figlio professore (Philip Seymour Hoffman) e la figlia commediografa (Laura Linney) devono occuparsene. Juno ha 15 anni, è incinta e indecisa se tenere il bambino o no. Trova una terza soluzione. In Onora il padre e la madre del veterano (in forma perfetta!) Sidney Lumet, due figli (ancora Ph. S. Hoffman e Ethan Hawke) tendono una trappola mortale ai genitori, altro che onorarli! In Away from Her di Sarah Polley, attrice esordiente nella regia, tratto da un racconto di Alice Munro, il marito porta in casa di cura Julie Christie, malata di Alzheimer, e succede l’incredibile…

 

  1. Londra

 

La promessa dell’assassino è una livida storia di mafia russa: Dickens + Litvinenko + corpi tatuati + attori superlativi. In Irina Palm, per salvare il nipotino, la nonna (Marianne Faithfull!) trova lavoro in un locale sexy grazie alle sue mani di fata… Il mondo di Loach (In questo mondo libero…), ovviamente, non è affatto libero. Neoschiavismo. Angie deve pur vivere anche lei: così gli immigrati li assolda e li vende.

 

  1. Europa Europa

 

4 mesi, 3 settimane, 2 giorni, Palma d’oro a Cannes, agonia del regime di Ceausescu, l’aborto è vietato e una ragazza deve abortire. Ai confini del paradiso del tedesco-turco Fatih Akin si muove tra terrorismo, un amore lesbico e fondamentalismo. You the Living del geniale Roy Andersson è un puzzle di scene grottesche e folli. Francia borghese per il misantropo Chabrol in L’innocenza del peccato. Uno scrittore, una conduttrice televisiva, un rampollo di imprenditori: finisce male (per chi?).

 

  1. Storia e storie

 

La duchessa di Langeais, da Balzac: una nobildonna ama un ufficiale al tempo della Restaurazione quando “le maniere erano tutto”. Più vicino a noi: nel Falsario, ai nazisti servono sterline e dollari. Li fanno fabbricare dai prigionieri di un lager. Più vicino a noi: anni ’80, il deputato texano Charlie Wilson (La guerra di Charlie Wilson) ama le belle donne e si occupa dell’Afghanistan invaso dai sovietici. Regia del veterano (in forma perfetta!) Mike Nichols. Con Tom Hanks, Julia Roberts e ancora Ph. S. Hoffman. E siamo all'oggi. Nella valle di Elah, il ragazzo Davide affrontò il gigante Golia; oggi, un figlio ritorna dalla guerra in Iraq e scompare. Il padre, Tommy Lee Jones, lo cerca con la poliziotta Charlize Teron. Patriottismo e la bandiera all’incontrario.

 

  1. Paure

 

Oscuri condomini per Rec, una pelicula para no dormir. Incubi ecologici in E venne il giorno di M. Night Shyamalan. Musical horror e sangue zampillante per Tim Burton in Sweeney Todd: Tom Hanks canta e taglia la gola ai clienti, lo aiuta la cadaverica Helena Bonham Carter.

 

  1. Verso Oriente

 

Caramel: Beirut, un salone di bellezza, il caramello come depilante, una commedia al femminile. La banda musicale egiziana si perde nel deserto israeliano: rivelazione a Cannes, commovente e umoristico. Persepolis: storia della regista Marjane Satrapi, a disegni animati, la Persia dello scià, l’Iran fondamentalista, Vienna e Parigi. In India, Il treno per il Darjeeling di Wes Anderson porta tre fratelli americani in cerca della madre: un on the road ferroviario bizzarro e stralunato.

 

  1. Capolavori

 

Baciami, stupido, fenomenale commedia di Billy Wilder: il pompelmo, le palpatine sotto la doccia, la suocera Godzilla, il manichino tutto curve, Dean Martin, Kim Novak, l’ombelico disperso, il pappagallo… Le catene della colpa, magnifico noir di Jacques Tourneur, con Robert Mitchum, la dark lady, il destino segnato e inesorabile…



Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation